Podcast

BIM612 parla di Heritage Building Information Modeling. Dalla mia esperienza diretta e con il contributo di esperti del mondo professionale condividerò strategie, strumenti e visioni per l’innovazione e la digitalizzazione del restauro dei Beni Culturali.


Ma che cos’è il BIM?⁣ 28 maggio 2021
Devo essere sincero! E’ più facile avere certezza di che cos’è prima di entrarci dentro con la testa che dopo

Parto da un concetto che forse è ancora poco chiaro:⁣

a) il BIM non è un software⁣

Charles M. Eastman è stato il pioniere ( ma quanto mi paice questa definizione tutta anglosassone) del design cognition, del solid and parametric modeling e del Building Information Modeling.⁣


E’ stato il primo infatti ad introdurre nel 1975 il concetto di BIM come di una attività di gestione informativa degli edifici.⁣

Il BIM oggi è quindi considerato un Metodo.⁣

Se prendiamo la definizione di metodo del vocabolario Oxford possiamo leggere:⁣
Procedimento atto a garantire, sul piano teorico o pratico, il soddisfacente risultato di un lavoro o di un comportamento.

Semplice, calzante preciso! ⁣

E qui arriva quello che Seth Godin definisce il fossato, l’abisso del BIM. Dopo la prima fase di crescita e di primi progressi esaltanti ci troviamo di fronte ad un enorme fossato fatto di fallimenti, di enormi sforzi per fare ciò che prima pensavamo di fare in pochissimo tempo.⁣
Decidere di entrare dentro al fossato e attraversarlo per vedere cosa c’è dall’altra parte significa scontrarsi quotidianamante con il concetto di BIM.⁣

Tra le definizioni che preferisco vi è quella di wikipedia ( in inglese)⁣

Building information modeling (BIM) is a process supported by various tools, technologies and contracts involving the generation and management of digital representations of physical and functional characteristics of places. Building information models (BIMs) are computer files (often but not always in proprietary formats and containing proprietary data) which can be extracted, exchanged or networked to support decision-making regarding a built asset. BIM software is used by individuals, businesses and government agencies who plan, design, construct, operate and maintain buildings and diverse physical infrastructures, such as water, refuse, electricity, gas, communication utilities, roads, railways, bridges, ports and tunnels.⁣

L’aspetto che preferisco è la dizione di processo:⁣
Modo di procedere in rapporto a un determinato fine.⁣

Generalmente l’approccio per processi si definisce con un input e un output.⁣
Nella ” generazione e gestione di rappresentazioni digitali delle caratteristiche fisiche e funzionali dei luoghi” ⁣

1)l’input son le informazioni⁣

2) l’output è la comunicazione⁣

Il BIM è quindi un metodo per definire un modello di informazioni capace di comunicare⁣

Ok….. il disordine universale della materia è completo!⁣

———————————————————–⁣
La frase:⁣
Nell’aprile del 2017 il prof. Charles M. Eastman nella sua lectio magistralis tenuta all’Università di Pisa afferma:⁣
Il BIM è una ricerca in divenire, aperto a contributi diversi, che interessa sempre più ambiti di applicazione. Il BIM è una direzione e non un punto di approdo.⁣

———————————————————–⁣
Lettura:⁣
e-BIM: La metodologia della modellazione informativa in una economia “a risultato”⁣
di Andrea Tiveron⁣
———————————————————–⁣
Risorse:⁣
Articoli e scritti di C.Eastman
https://www.researchgate.net/profile/Charles-Eastman ⁣


———————————————————-⁣
Le coordinate del podcast⁣⁣⁣

⁣⁣⁣
Carca BIM612 su:⁣⁣⁣
Apple Podcast⁣⁣⁣
Spotify⁣
Google Podcast⁣

Info:⁣

Musica di questa puntata⁣
Titolo: Funky Drama⁣
Autore: Duke Herrington⁣
link: https://www.epidemicsound.com ⁣

Seguimi su Telegram:⁣
(tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)⁣


Per info e richieste:⁣
mailto: BiM612@mbaa.it

Perchè e per chi 21 maggio 2021

Perchè dovrei usare il BIM?

Questa è la domanda (sbagliata) che più spesso mi viene rivolta.

In questa chiacchierata voglio affrontare le motivazioni che mi hanno spinto ad adottare la metodologia Building Information Modeling per i Beni Culturali.

1) Rendere più efficiente ed integrare il patrimonio di dati e informazioni che si hanno su un bene culturale
2) Migliorare il processo di conoscenza, fattore indispensabile e fondamentale per l’azione progettuale, per attuare scelte più consapevoli
3) Costruire un progetto culturale che abbia come fine la conservazione del bene materiale e del suo contenuto immateriale.

Per approfondire il tema della ricerca della motivazione e del partire dal “perchè ” il mio libro di riferimento è:

“Partire dal perché: Come tutti i grandi leader sanno ispirare collaboratori e clienti” di Simon Sinek

o se preferite il TED-X
Start with why — how great leaders inspire action | Simon Sinek | TEDxPugetSound

Trailer 14 maggio 2021

Uno dei valori più importanti per un professionista è il costante apprendimento.

Comunicare agli altri ciò che quotidianamente sperimento ed elaboro, condividendo successi ed insuccessi dei propri progetti è forse una delle forme di crescita più alte.

Questo progetto divulgativo parlerà di innovazione e di processi digitali, pur non essendo un professionista della comunicazione, senza timori o pregiudizi sarà un podcast e un canale youtube.

Il mio lavoro di architetto che non costruisce case, ville, palazzi non mastica di super o minus bonus è quello di affrontare quotidianamente la conservazione dei beni culturali.

Voglio sperimentare e condividere l’importante e impegnativa sfida dei prossimi anni nel mondo del restauro l’Heritage Building Information Modeling.